578° anniversario dell’apparizione di Caravaggio

La giornata di ieri è stata intensa e ha spezzato – senza dolore – la nostra seconda settimana dedicata agli esami scolastici. Ci siamo recati tutti quanti a Caravaggio in occasione del 578° anniversario dell’apparizione della Madonna che è patrona della nostra diocesi.

Il 26 maggio per noi è sempre una data importante e un momento di festa, che proprio ieri abbiamo vissuto accanto alla presenza del Card. Dionigi Tettamanzi, Arcivescovo di Milano e del nostro Vescovo Dante Lafranconi.

Abbiamo passato una giornata nel santuario, iniziata con la celebrazione della messa alle 10.30 alla quale ha fatto seguito la recita continuata del S. Rosario e la celebrazione del ricordo dell’apparizione. Tutto si è concluso in serata con il Vespro sempre presieduto dal Cardinale.

Per noi seminaristi è stata un’occasione di arricchimento spirituale e di intensa preghiera, grande infatti è sempre la devozione per la Madre del Signore soprattutto quando è invocata come Patrona della diocesi. Per noi Caravaggio è un po’ una “piccola Lourdes” in quanto caratteristica peculiare è la presenza di un fonte al quale da secoli migliaia di fedeli attingono con fede, tanto che ogni anno assieme al Vescovo ci si reca in pellegrinaggio il giorno dell’Ascensione per celebrare una messa assieme ai malati e ai volontari dell’UNITALSI.

Inoltre è stato molto bello trascorrere questo momento solenne assieme al Cardinale perché, come sempre, occasioni di questo tipo sono spunto di riflessione per vivere la propria fede in un contesto di Chiesa più ampio che passa oltre i confini della nostra piccola realtà diocesana.