Un saluto ai nostri diaconi

Lunedì sera la comunità si è riunita in un momento di festa iniziato con una celebrazione solenne del Vespro, presieduto dal Rettore don Enrico Trevisi, per il tradizionale “saluto ai diaconi”. Si tratta di un momento che ogni anno si ripete nel quale i seminaristi festeggiano i diaconi che sono in procinto di partire per la settimana di esercizi spirituali che precede la loro ordinazione sacerdotale.

Quest’anno il saluto è stato rivolto a don Gabriele Barbieri originario di Vailate, don Gabriele Mainardi di Cumignano sul Naviglio e don Pierluigi Fontana di Vicomoscano. I nostri tre candidati al sacerdozio saranno infatti ordinati presbiteri per l’imposizione delle mani del Vescovo Dante Lafranconi sabato 12 giugno 2010 alle ore 17.00 presso la Cattedrale di Cremona.

Come sempre è un invito per tutta la diocesi a riflettere sul delicato tema della vocazione al sacerdozio ma anche un momento di festa e di ringraziamento per Cremona che si arricchisce di tre nuovi preti.

I tre diaconi partiranno per gli esercizi, assieme al direttore spirituale Don Primo Margini, domenica 6 giugno per ritornare nella serata del venerdì 11 giugno.

Per coloro che lo desiderassero alla fine del seguente articolo sarà possibile lasciare un messaggio augurale ai preti novelli.

Un migliaio di ministranti al Santuario di Caravaggio

Erano circa un migliaio i ministranti che si sono presentati accompagnati dai loro sacerdoti presso il Santuario di Caravaggio nella giornata di ieri.

L’iniziativa è stata voluta dal Centro diocesano vocazioni in collaborazione con la FOCr e l’organizzazione del Santuario in occasione del centenario dell’apparizione della Madonna a Giannetta.

La giornata è iniziata con l’accoglienza dei gruppi e la consegna di alcuni gadgets all’ingresso, poi è seguita la visione di un filmato con il messaggio del Vescovo Dante e subito dopo la S. Messa presieduta da Don Marco D’Agostino, vicerettore del seminario.

Nel pomeriggio vi è stato un momento di gioco animato dalla presenza di vari stand preparati dai seminaristi e uno spettacolo di animazione. Tutto si è concluso intorno alle 15.30 con la recita della preghiera conclusiva.

Si è trattato di un momento bello per i ragazzi e bambini della nostra diocesi, voluto non solo per onorare la Beata Vergine di Caravaggio ma anche per rendere partecipi di questa festa i numerosi ragazzi che nelle nostre parrocchie ogni domenica rendono più bella la liturgia con il loro generoso servizio.

Significativo è stato l’intervento del Vescovo il quale ha invitato tutti a riflettere sul senso e sul significato profondo di ciò che compiono quando si presentano all’altare per la messa, affinché per qualcuno un giorno si possa auspicare il passaggio da “ministrante a ministro”.