Furto nel Seminario Vescovile

Ecco il primo articolo di “cronaca nera” del nostro blog.

Speravamo di non doverlo mai scrivere ma … purtroppo quest’opportunità ci è stata imposta da alcuni eventi accaduti in questi ultimi giorni.

Nella notte tra il 4 e il 5 ottobre il Seminario Vescovile di Cremona ha ricevuto “visite non gradite” da parte di alcuni disonesti individui che si sono infiltrati all’interno della nostra comunità eludendo tutti i sistemi di allarme.

I ladri sono infatti riusciti a raggiungere la cassaforte dell’ufficio di amministrazione e con alcuni arnesi da scasso l’hanno aperta portando con se una modesta cifra in denaro e alcuni pezzi molto preziosi che in essa vi erano custoditi tra cui figurano la croce pettorale e l’anello episcopale di Mons. Geremia Bonomelli, storico vescovo di Cremona.

Il primo ad accorgersi del furto è stato il Rettore don Enrico Trevisi e con grande rammarico la comunità ha potuto successivamente constatare quanto avvenuto.

Attualmente la polizia di Cremona sta svolgendo le indagini nella speranza che possano essere recuperati almeno gli oggetti preziosi che il Seminario stava custodendo gelosamente in attesa della prossima apertura del Museo Diocesano.

Annunci

Fidenza: il Seminario festeggia Francesco

Sabato 4 ottobre 2008 nel tardo pomeriggio S.E. Mons. Carlo Mazza, vescovo di Fidenza, ha ammesso agli ordini sacri Francesco Villa, un seminarista di Castelvetro Piacentino che fin dalla classe propedeutica studia nel nostro seminario.

Tutta la comunità assieme ai superiori si è spostata nella Cattedrale di Fidenza per condividere con Francesco e con tutta la Chiesa fidentina questo evento.

L’ammissione agli ordini è la prima tappa ufficiale che un seminarista incontra lungo il cammino di preparazione e quindi è un momento molto importante.

La classe di Francesco tuttavia è composta da altri tre seminaristi che saranno ammessi agli ordini dal nostro vescovo Dante il prossimo 13 novembre in occasione della solennità di S.Omobono patrono di Cremona e della diocesi.

Nell’attesa di quest’altro lieto evento rinnoviamo i nostri auguri a Francesco e un ricordo nella preghiera.